09152019In evidenza:

San Giorgio a Cremano: Con il FAI e gli Apprendisti ciceroni alla scoperta della Cappella Reale di Portici

Le giornate organizzate dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, costituiscono uno dei migliori esempi di valorizzazione del patrimonio naturale, artistico e storico del nostro Paese. Attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti e delle loro famiglie, si rivelano strumento prezioso grazie al quale pezzi di collettività acquisiscono consapevolezza della ricchezza a volte colpevolmente non conosciuta della nostra terra, divenendo in seguito essi stessi promotori di una più larga conoscenza di quanto hanno scoperto.

A rendere ancora più significativo l’evento svoltosi sabato 18 maggio, presso la Cappella Reale della Reggia di Portici, è stato il coinvolgimento, per la prima volta in Campania, di studenti della scuola primaria. A cimentarsi nelle vesti di Apprendisti ciceroni per il FAI, sono stati infatti gli alunni della Vª C dell’Istituto Comprensivo Eduardo De Filippo di San Giorgio a Cremano.

Preparati e con la giusta disinvoltura, gli Apprendisti ciceroni hanno accompagnato i numerosi visitatori provenienti anche da altre regioni, lungo un percorso che li ha condotti nel passato, durante il regno di Carlo III di Borbone. I visitatori hanno così potuto apprendere tutto ciò che concerne la costruzione della Cappella, la presenza dei suoi più importanti tesori artistici, nonché l’incrociarsi della storia del luogo con quella di artisti prestigiosi come Mozart, attraverso il dipanarsi suggestivo di una narrazione che non ha mancato di creare negli ascoltatori, la sensazione di essere immersi nelle atmosfere di quell’epoca.

Aldilà della bravura delle piccole guide, è sembrato percepirsi in loro, un forte coinvolgimento emotivo, come se non si trattasse di svolgere semplicemente un compito. Ad indirizzarli verso questo approccio, avrà certamente contribuito la consueta “passione didattica” della vulcanica maestra Anna Maria Pezzullo, coadiuvata dalla maestra Mara Accadia, dalla docente Carmen Pirisi e dal professor Eugenio Mattozzi. Presenti all’iniziativa, la preside dell’Istituto De Filippo, Laura Colantonio, la preside dell’Istituto Aladino Di Martino – Liceo musicale, coreutico e scientifico, Teresa Puca e la delegata del FAI Napoli Dida Di Giorgio. A marcare infine una lodevole attenzione delle istituzioni, la presenza del consigliere comunale di Portici Enrico Grande e dell’assessore Maurizio Minichini, i quali si sono augurati che simili esperienze possano ripetersi, in quanto, rappresentando i bambini il futuro, non vi può essere migliore garanzia per il nostro patrimonio naturale, storico e artistico, che quella di essere custodita dalle mani di futuri cittadini consapevoli difensori della Bellezza.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento