21.8 C
Napoli
29 Settembre, 2022

Comitato Emilia-Romagna: “Riparte la mobilitazione contro lo spacca Italia”




Il Comitato regionale dell’Emilia-Romagna rilancia la mobilitazione contro qualunque tipo di “autonomia differenziata, per l’unità della Repubblica e per la rimozione delle diseguaglianze”.

Da remoto, martedì 17 novembre dalle ore 12:00 alle ore 13:00, il Comitato emiliano-romagnolo ha promosso una conferenza stampa in occasione della quale ha accusato il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia, il Governo e le forze della maggioranza di avere impresso un’accelerazione all’approvazione della legge quadro sull’autonomia differenziata, presentandola come allegato alla legge di stabilità.

Approfittando – è emerso durante gli interventi – del generale disorientamento dell’opinione pubblica dovuto all’emergenza sanitaria, il Governo rilancia l’attuazione del regionalismo differenziato proprio in una fase in cui la crisi pandemica ha mostrato il fallimento di un sistema sanitario frammentato in venti regioni”.

All’appello per la mobilitazione contro una riforma che, dando più poteri, funzioni e risorse finanziarie alle Regioni, finirebbe con l’inficiare definitivamente i principi di unità, uguaglianza e solidarietà sanciti dal nostro dettato costituzionale, hanno aderito partiti e movimenti di sinistra, sindacati di base e sezioni della CGIL.

Le prossime iniziative saranno il lancio di una petizione per fermare lo “spacca Italia” e la promozione di una manifestazione dinanzi alla sede della Regione per contestare l’adesione di Bonaccini a quella che è stata definita anche come la “secessione dei ricchi”.

18/11/2020 – Salvatore Lucchese



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli