9.7 C
Napoli
2 Febbraio, 2023

Città Futura, Marco Picardi: “Continueremo a mobilitarci contro l’attacco al Sud, contro l’attacco agli ultimi”




Il fronte contro la definitiva attuazione del federalismo predatorio delle risorse pubbliche che spetterebbero legittimamente al Sud si amplia giorno dopo giorno.

Comuni e Regioni meridionali, in primis la Campania e la Puglia, movimenti e comitati meridionalisti, partiti politici, Sinistra Italiana (SI), e Sindacati nazionali della scuola, CGIL, CISL, UIL, GILDA, SNALS, sono scesi in campo per contrapporsi alla scellerata bozza Calderoli sul regionalismo, che mira a differenziare per legge diritti e livelli stipendiali tra le storiche “due Italie”.

È in questo contesto che domenica 27 novembre si è tenuta presso il Centro sociale “Edil Futura” di Cercola la presentazione del libro del noto giornalista Marco Esposito, Fake Sud, promossa dal movimento politico locale “Città Futura” e dal Comitato meridionalista “G. Salvemini”.

Dinanzi ad un folto pubblico, circa cento le persone intervenute, tutti i prestigiosi ed autorevoli relatori – il già citato saggista Marco Esposito, il Senatore Peppe De Cristofaro (SI), il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Consigliere della Regione Campania Massimiliano Manfredi (PD), l’ex Assessore alla Cultura del Comune di Cercola Antonella Ferraro e il co-coordinatore del Comitato “Salvemini” Antonio Bianco – non solo hanno denunciato gli innumerevoli e reiterati scippi perpetrati ai danni dei cittadini meridionali nel corso degli ultimi decenni, ma hanno anche lanciato l’iniziativa della raccolta firme per la legge costituzionale di iniziativa popolare di modifica degli articoli 116 e 117 del famigerato Titolo V della Costituzione. Un’iniziativa che punta a contrastare in modo ancora più efficace sia dal punto di vista giuridico che dal punto di vista politico la cosiddetta “secessione dei ricchi”.  

L’autonomia differenziata – ha precisato a conclusione dell’evento il giovane dirigente di ‘Città Futura’ Marco Picardi  – è una delle più grandi menzogne del dibattito politico italiano, in quanto spaccia per decentramento il disegno politico teso a differenziare il livello quantitativo e qualitativo dei diritti sulla base della ricchezza dei territori”.

Bisogna smascherare – ha proseguito Picardi – le falsità di un Governo che ha impostato la sua campagna elettorale sulla difesa della patria, per poi mettere il teorico della ‘Padania’ Calderoli al ministero delle autonomie”.

Bisogna fare capire alle persone – ha incalzato – che le due grandi opzioni politiche del Governo Meloni sono l’autonomia differenziata e l’abolizione del reddito di cittadinanza. Sono l’attacco al Sud, l’attacco agli ultimi”.

Nessuno si libera da solo. Ci si libera tutti insieme”, ha concluso Picardi tra gli applausi scroscianti della sala, facendo appello all’unità di tutte le forze democratiche per contrastare quello che il Presidente della Svimez, Adriano Giannola, ha definito un vero e proprio progetto “eversivo” del dettato costituzionale: l’istituzionalizzazione di un’Italia di serie A e di un’Italia di serie B.



Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli