9.4 C
Napoli
20 Gennaio, 2022

Certificato OCSE: economia italiana ferma




“I più esperti al mondo nel correggere le loro differenze politiche nel corso del tempo“ è la definizione data agli italiani dal segretario generale Angel Gurria al G7 di Biarritz.

Con tale definizione volevasi dimostrare la fiducia nelle istituzioni italiane. Fiducia che, ahimè, non distoglie dalla preoccupante crescita infinita del debito pubblico stimato in aumento tra i 2.373 e i 2.395 miliardi a fine 2019.

L’economia italiana è ferma; anzi, è ultima nel G7 e a certificarlo è proprio l’OCSE che ha confrontato i dati provenienti da tutti i Paesi dell’organizzazione (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti d’America).

Nel trimestre aprile-giugno, la crescita del PIL è stata pari a zero, sia in confronto al primo trimestre dell’anno che con lo stesso trimestre del 2018, registrando la peggiore performance tra i Paesi del G7 e di gran lunga inferiore alla media OCSE ed europea.

Dott.ssa Pina Somma
Consulente Finanziario 
psconsulenza@libero.it

 

 



Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli