27.7 C
Napoli
5 Luglio, 2022

Boscoreale: Carabinieri infliggono duro colpo allo spaccio di droga nel “Piano Napoli”




Carabinieri infliggono duro colpo allo spaccio di droga nel “Piano Napoli”. In manette 10 persone

Nel  corso  della  mattina  odierna,  i militari  della  Stazione  Carabinieri  di Boscoreale  hanno  dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal G.I.P.  del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta  di questa Procura  della Repubblica, nei confronti di 10  persone, gravemente indiziate in ordine al reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di indagine, condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica  di Torre Annunziata, ha disvelato l’esistenza di un’importante piazza di spaccio di sostanze stupefacenti, attiva all’interno  del  quartiere  di edilizia  popolare  “Piano  Napoli”  di via  Settetermini,  nel  comune  di Boscoreale,   capace  di rifornire,  durante  l’intero  arco  della  giornata,  una  pluralità  di  acquirenti provenienti  dall’area metropolitana  di Napoli  e da province  limitrofe, avvalendosi  di una  serie  di pusher dislocati nei punti strategici del rione.

Le indagini, iniziate nel mese di dicembre del 2020 e proseguite fino al marzo 2021, si sono giovate dell’impiego di apparecchiature  tecnologiche  per l’osservazione e il pedinamento  degli indagati  e hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei destinatari del provvedimento  coercitivo in ordine ad oltre 100 episodi di spaccio.

A riscontro delle condotte monitorate, nel corso delle indagini era già stata arrestata una delle persone raggiunte dal provvedimento restrittivo odierno, colta nella flagranza del reato di cessione di sostanza stupefacente, nonché erano stati sequestrati, in più riprese, circa 400 grammi di marijuana, 20 gr. di hashish e 5 gr.  di cocaina, a riprova del carattere seriale e diversificato dell’attività di spaccio.

Nel corso dell’esecuzione dei provvedimenti  cautelari è stato sottoposto a sequestro preventivo  anche un circolo ricreativo,  gestito in assenza  dei necessari titoli  autorizzativi  da uno dei destinatari del provvedimento,  risultato essere uno dei principali  luoghi di incontro per effettuare le ordinazioni  e, in molteplici  occasioni, le cessioni dello stupefacente.

Per 7 degli indagati  è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per 2 indagati l’obbligo della presentazione  alla polizia giudiziaria e per 1  indagato il divieto di dimora nella Regione  Campania.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli