23.9 C
Napoli
17 Settembre, 2021

Alessandra Clemente, candidata sindaca: “Sono tra la gente, al fianco dei napoletani”




“Sono partita dallo storico mercato della Pignasecca, un luogo dell’anima dove andavo fin da bambina, in cui sono tornata come avvocato della Fai, per la prima passeggiata anti racket, al fianco di chi ha denunciato i soprusi della malavita”. Lo ha detto Alessandra Clemente, candidata Sindaca di Napoli, durante la passeggiata organizzata insieme ai cittadini, che si è tenuta al mercato di Pignasecca a Napoli.  
“Ed è partendo da qui, guardandoci negli occhi, che voglio prendere con i napoletani il mio impegno da sindaco della città: essere presente, stare sul territorio, vicino alle persone, ascoltare per fare. Il mio impegno è rivolto alla gente e alle loro istanze”. 
 
La Clemente durante la passeggiata in Pignasecca ha avuto modo di incontrare i disoccupati del Movimento 7 novembre: “Ho accolto le loro istanze. Il diritto al lavoro è essenziale per la dignità e il benessere delle persone e cercare di assicurarlo è una priorità del mio progetto politico e amministrativo per la città”. 
 
La Clemente ha tenuto a precisare: “Sono felicissima ed entusiasta del sostegno di Potere al Popolo che ha deciso in modo autentico, partecipato e trasparente di appoggiarmi con oltre l’80% dei voti positivi. È un connubio sentimentale oltre che politico quello con Potere al Popolo, entrambi abbiamo a cuore il voler dare risposte concrete a chi viene escluso dai diritti fondamentali. Entrambi vogliamo costruire da Napoli, dalla Calabria, da Torino, un’alternativa al Governo Draghi. Solo insieme vinciamo”. 
 
Per la Clemente: “E’ necessario valorizzare insieme l’incredibile impegno di costruzione della città partendo dal basso, fatta in questi anni da tante donne e uomini, grazie ai Beni Comuni, spazi liberati come l’Ex OPG di Materdei, cornice di mutualismo e solidarietà, attività sociali e culturali dedicate a tutti, soprattutto a chi ha meno opportunità: migranti, bambini, lavoratrici e lavoratori, persone senza dimora. Sono commossa per l’affetto e la stima dei commercianti e dei ristoratori, gli abitanti della Pignasecca, tra cui tante giovani donne. Mi sento parte di questo luogo della città così entusiasta e vivo, nonostante le difficoltà patite nell’ultimo anno”.




Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli