03092021In evidenza:

Accadde oggi: 25 novembre 1940 Picchiarello esordisce nei cartoon

Il picchio più pazzerellone, e dalla risata più contagiosa, del mondo dei cartoni apparve per la prima volta sullo schermo negli anni Quaranta, all’interno del corto Knock Knock, accanto al protagonista Andy Panda.

Ideato dal disegnatore italoamericano Walter Lanz, il personaggio venne lanciato l’anno successivo con una serie propria, intitolata Woody Woodpecker (“Picchiarello” nella versione italiana) e prodotta dalla Universal Pictures. Fin dall’inizio si caratterizzò per le sue gesta dispettose, che chiudeva puntualmente con una risata ritmata, affidata al popolare doppiatore Mel Blanc e ispirata al tocco martellante del becco, tipico di questa specie.

Modellato nella versione definitiva (corpo bianco e blu, con cresta rossa) da Fred Moore, raggiunse negli anni una tale popolarità, arrivando ad ottenere due nomination agli Oscar del 1944 e 1949, rispettivamente come “come miglior corto d’animazione” (per “Picchiarello acrobata”) e come “migliore canzone” (per la celebre sigla della serie, composta da George Tibbles e Ramey Idriess).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Invia Commento