9.8 C
Napoli
29 Novembre, 2022

L’Italia vince 5 – 3 ai rigori e va in finale




A Wembley l’Italia contende alla Spagna l’accesso alla finale del Campionato Europeo di Calcio in quella che probabilmente è la vera finale per quello che hanno espresso nella competizione. Gli azzurri di Mancini la spuntano ai rigori dopo una vera battaglia.

Per omaggiare Raffaella Carrà, la Federcalcio ha chiesto e ottenuto dalla Uefa di inserire nella playlist utilizzata per il riscaldamento prima della semifinale dell’Europeo con la Spagna “A far l’amore comincia tu”, una delle sue canzoni più amate e ballate. «La scomparsa di un’icona come Raffaella Carrà – ha dichiarato il presidente Federcalcio Gabriele Gravina – donna innovativa e artista straordinaria, ha colpito tutti. Prima di Italia-Spagna, la sua partita, vogliamo ricordarla con allegria, ascoltando insieme la sua musica carica di energia”.

L’Italia di Roberto Mancini comincia con (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne

Luis Enrique tiene fuori Morata e schiera (4-3-3): Simon; Azpilicueta, Eric Garcia, Laporte, Jordi Alba; Koke, Busquets, Pedri; Ferran Torres, Oyarzabal, Dani Olmo

La partita comincia con le squadre aperte come da aspettativa. La Spagna gioca meglio e quando riesce a far girare la palla diventa pericolosa. Va vicina al gol al 25° quando Donnarumma compie un miracolo su Dani Olmo. Gli spagnoli continuano a rendersi pericolosi ma al 45° Insigne serve Emerson, tiro cross e palla che scheggia la traversa.

La ripresa comincia con la Spagna ancora superiore con l’Italia che difende bene ma non riesce mai ad assere pericolosa nonostante alcune ripartenze non sfruttate a dovere, fino al 60° quando l’azione parte da Donnarumma che serve Insigne che instaura un contropiede micidiale finalizzato da Chiesa. La Spagna cerca subito il pareggio e ci va vicinissimo al 64° quando Gigio viene letteralmente graziato da Oyarzabal. Al 66° e Dani Olmo a fare la barba al palo con Donnarumma battuto. Sulla ripartenza un incontenibile Chiesa da la palla del KO a Berardi che calcia addosso al portiere. Al 35° in contropiede Morata fa 1 – 1  sul capovolgimento di fronte di un’azione gol divorata da Berardi. Dopo il gol l’Italia soffre la Spagna che cerca l’uno/due ma riesce a mantenere fino allo scadere per giocarsela ai supplementari.

Al 98° altro miracolo di Donnarumma e tanta fortuna su una punizione destinata nell’angolo e successivo batti e ribatti con pallone che termina di poco fuori.

I supplementari all’insegna del nervosismo e stanchezza che non fanno mancare brividi alle difese e gli azzurri resistono agli attacchi spagnoli e la semifinale si decide ai rigori dove ha la meglio L’Italia che va in finale contro la vincente di Inghilterra – Danimarca. Rigore finale di un immenso Jorginho.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Ultimi Articoli